Anniversario.

Oggi io e Milano compiamo 10 anni di vita insieme.

Il 24 Settembre 2005 siamo arrivate qui io, mia madre, la mia eccitazione e la sua nostalgia.
Mi sono sistemata in una camera in affitto, piccola e di legno scuro, e ho aspettato che la mia nuova vita partisse.
Mia madre, invece, da quel momento ha aspettato che io tornassi.

Io e Milano ci siamo date un’occhiata, presentate e strette la mano. Nulla di più.
Tutti i miei legami più belli e duraturi sono iniziati con freddezza.
Milano, del resto, ti accoglie senza essere invadente, ti guarda e si lascia guardare sempre da una certa distanza. Milano è per me la città della discrezione e dell’indipendenza emotiva.

Milano si basta. E se tu sai stare, anche, da solo, Milano è la tua città.

10 anni.
E se oggi mi fermo e li guardo, vedo dentro una vita e mezzo.
Ci vedo la mia crescita e il mio cambiamento, la felicità e la tristezza, la nostalgia.
La speranza e la delusione.
L’indipendenza sempre sul filo della precarietà.
L’amore e l’Amore.
Ci vedo 4 case.
Persone di merda e persone speciali.
Ritmi veloci, distanze enormi, cieli a spicchi e tramonti immaginati.
Telefonate, tantissime telefonate. Troppe, telefonate.
Taxi e moto e macchine. Traffico e metropolitane. Tram.
Negozi e teatri e cinema e ristoranti.
Bar dove fare colazione, dove cappuccino e brioche hanno avuto il sapore e l’importanza di un attimo rubato.
Dentro questi 10 anni ci vedo il mio lavoro, l’inverno freddo e la neve sporca agli angoli delle strade, l’estate senza mare e senza gente, ad Agosto, quando Milano diventa più grande e respira meglio.
Ci vedo il sushi e la pizza di Spontini, il pesce freschissimo e le mode alimentari che se non scoppiano qui dove vuoi che scoppino. Poi la moda, quell’altra, quella stilosa e chic e trendy e figa, quella a cui io non potrò mai aspirare perché per me il massimo è, ancora, andare in giro in tuta. Ci vedo due ore di macchina per tornare in Toscana e 4 di treno perché la linea è una merda.
La gente che va di fretta, che non saluta, che non sorride e vedo me stessa che vado di fretta, non saluto né sorrido.
Ci vedo una città cambiata, diventata solare e solidale. Attenta ai diritti delle persone e ai rovesci delle situazioni. Bella.
Ci vedo me e Milano che da quella iniziale, diffidente stretta di mano siamo diventate amiche e oggi ci amiamo.

Grazie cara città longobarda, grazie di questi 10 anni insieme e di quelli che ancora verranno.
Io ti porto dentro, tu portami a cena fuori.

Annunci

4 thoughts on “Anniversario.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...